3 marzo 2021: verso una Fondazione per la mediazione

1372

In questo ultimo decennio la mediazione in Italia ha conosciuto uno sviluppo molto importante. Molte cose, però, restano ancora da fare. Ad esempio, aumentare la divulgazione nelle scuole e nelle università e rendere maggiormente consapevoli la cittadinanza, le imprese e gli enti pubblici delle potenzialità di questo formidabile strumento.
Ancora, si dovrebbe aumentare la qualità della formazione e intervenire sui mediatori per migliorare le loro capacità, spingere per fare studio e ricerca per sviluppare competenze e diffondere cultura.
Per realizzare tutto questo occorre tanta buona volontà e un proporzionato investimento economico.
Qualche tempo fa un gruppo di persone si è incontrato per discutere proprio di questa idea: creare uno strumento che consenta di raccogliere le risorse necessarie per sostenere quelle attività che portano beneficio alla mediazione e alla società ma che comportano un costo che nessuno oggi può o vuole sostenere da solo.
Questo gruppo di persone si è costituito in comitato e ha dato un nome a questo strumento: una Fondazione per la mediazione.
Dopo un lungo lavoro sottotraccia il Comitato dei promotori della “Fondazione per la promozione e divulgazione della cultura della mediazione” esce allo scoperto e si presenta al mondo.
Il prossimo 3 Marzo 2021, in un primo incontro online, il Comitato illustrerà le proprie intenzioni, spiegherà più nei dettagli il percorso che si intende intraprendere e spiegherà a tutti i partecipanti le modalità per realizzare quest’idea.
Per partecipare, è sufficiente lasciare qui la propria email.
Un sogno? Forse. Ma, come diceva Oscar Wilde “il primo dovere di un gentiluomo è quello di sognare”.