GLI ASSENTI INGIUSTIFICATI… PAGANO!

2
551

Giudice_UKIl Tribunale di Termini Imerese (PA) ha condannato, in prima udienza, i convenuti al pagamento all’Erario dello Stato di una somma pari al contributo unificato per non essersi presentati, senza giustificato motivo, all’incontro di mediazione.
Il giudice ha applicato la sanzione prevista all’art. 8, comma 5, del D.L. 28 del 2010 (nel testo modificato dall’articolo 2, comma 35-sexies del D.L. 13 agosto 2011, n. 138) non ritenendo “giustificato motivo” la motivazione addotta dai legali, i quali avevano ritenuto inutile la partecipazione all’incontro per via “della acclarata ed atavica litigiosità tra le suddette” Parti. E’ da osservare che la Corte dei Conti potrebbe condannare per danno erariale i giudici che non applichino la norma citata.

2 COMMENTI

  1. Le società più evolute riescono a prosperare ispirate solamente dai propri valori, quelle meno evolute hanno bisogno di regole positive, quelle ancora meno evolute devono avere regole coercitive. In Italia dobbiamo minacciare gli individui di sanzioni e minacciare pure chi deve comminarle, per cui l’unico modo per favorire la mediazione è imporre una sanzione a chi non compare in mediazione e una sanzione al giudice che non commina la sanzione! A volte viene un po’ di sconforto …

  2. Condivido a pieno la riflessione del Dott. Vignali e mi auguro che prima o poi le cose possano cambiare anche a livello di mentalità.
    Emanuela

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here