I campioni della mediazione

5
789

competition_round3_bNe abbiamo già dato notizia l’anno scorso, ma si tratta di quegli eventi belli, che danno soddisfazione e fa sempre bene rammentare.
Si è tenuta nei giorni scorsi a Parigi la settima edizione dell’ICC International Commercial Mediation competition.
Si tratta di una “gara” tra team universitari che si sfidano per dimostrare le proprie competenze negoziali all’interno di una simulazione di mediazione. Un modo efficace e divertente, molto utilizzato nei paesi anglosassoni, per poter diffondere la cultura dell’ADR a livello universitario.
Andando a scorrere la lunga lista di atenei che hanno preso parte a questa sorta di “Campionato mondiale della mediazione” si scopre la presenza di due partecipanti italiani: l’Università Statale di Milano (coach Antonia Marsaglia) e l’Università di Trento (coach Nadia Dallavalle). Un piccolo ma interessante segnale di interesse da parte del mondo accademico italiano? Vogliamo crederlo, anche per dimostrare che l’Italia può dire la sua anche in un campo, quello della mediazione, sempre meno anglofono. La dimostrazione? Tra i primi classificati, team austriaci, brasiliani, israeliani, polacchi, svedesi e tedeschi.
A vincere, al termine di una tiratissima finale, i rappresentanti dell’Università South Texas College of Law, di Houston (USA) che hanno prevalso sui colleghi della Bar Ilan University di Ramat Gan (Israele).

A quando un campionato italiano?

5 COMMENTI

  1. Brava l’Italia, che manda sempre più squadre alla competizione dell’ICC! ottimo segno, infatti.

    Per info la Francia ha anche un “campionato”, che si svolgerà il 14 e 15 marzo prossimo tra paesi francofoni (al di là di una ventina di università, scuole per avvocati, scuole commerciali, ecc. francesi, quest’anno si aggiungono università marocchina, quebechese, e forse libanese). Cosa originale: in questa competizione, gli studenti giocano il ruolo del mediatore, e le parti sono dei professionisti (mediatori, magistrati, avvocati, imprenditori, commercialisti, ecc.).
    Se qualcuno (parla francese e) è interessato a partecipare attivamente a questa competizione in quanto “giudice”, si prega di contattare il prima possibile Sophie Chartier all’indirizzo mail: schartier@cmap.fr

    Questa competizione è una formidabile occasione di far parlare di mediazione e contribuisce sicuramente al suo sviluppo nel mondo universitario.
    Quindi riprendo la domanda: a quando un campionato italiano?!

  2. Ho partecipato con l’Università di Trento – È stata un’esperienza fantastica anche se più che di mediazione, si trattava di negoziato! Eravamo infatti valutati come parte, e non come mediatore. L’aspetto sicuramente più coinvolgente è stato l’affrontare dialoghi e tematiche con persone proveniente da culture molto lontane dalla nostra (ad es. India, Cina, Nigeria…). Saluti a tutti

    ps. Stiamo pensando di organizzarne una tutta italiana! 🙂

  3. Un campionato italiano é una bella sfida e la trovo un’ottima opportunità per mettersi in gioco e confrontarsi con altri mediatori, anche e sopratutto al fine di migliorarsi.
    Cari saluti a tutti

  4. Prezados,

    Fico feliz em tomar conhecimento que houve participação brasileira.
    Genacéia da Silva Alberton – Núcleo de Estudos de Mediação de Escola Superior da Magistratura – AJURIS

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here